Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home Info Autori Biografie Autori  Elenco periodici Cerca Badolato Link

Archivio

Altro spazio Estinti Gestionale
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 30/09/2003 - Anno: 9 - Numero: 3 - Pagina: 13 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

RIONI E CASE

Letture: 1367               AUTORE: Nicolina Carnuccio (Altri articoli dell'autore)        

I rioni del nostro paese hanno per lo più lo stesso nome della chiesa che sorge al centro di ognuno di essi: santa Barbara, San Nicola, Santa Maria… Il nome di alcuni invece si riferisce alla loro esposizione: un rione pieno di sole si chiama “Destru”, un altro che il sole lo vede pochissimo è detto “U mancùsu”. Con la nonna abitavamo al Mancùsu. D’inverno all’Angelus di mezzogiorno il sole s’affacciava sui tetti ma nelle strade giungevano poche spere piene di nebbia sottile. Lungo le strisce di sole, sedute, donne anziane filavano, cani e gatti si assopivano sdraiati per terra, i bambini giocavamo a “petrùhri”, a “u lignèhru”, a “castaràci”, giochi che si facevano quasi da fermi. Le strade ripide e fatte di pietre lisce non favorivano i giochi di movimento. Giocavamo con cose da niente: pietruzze, pezzetti di legno, poche castagne. E se le nuvole ci coprivano il sole, cantavamo una cancone per invitarlo a tornare: “Nesci, nesci sula, pe li pòvari piccirìhri chi non hannu chi mangiàra, nesci sula pe cardiiàra.” La nostra casa era una stanza con una sola finestra e poche cose: un letto grande sostenuto da piedistalli di ferro, un tavolo, sedie, una “barileria” di legno dipinta di nero per i barili dell’acqua e un cassone in cui tenevamo il grano. In un angolo la scala di legno della soffitta. Di fronte la casa il muro alto di una chiesa su cui cresceva la tenera parietaria. Le mie sorelle più grandi e altre bambine la raccoglievano per farne per gioco cestini.
noleggio lungo termine noleggio lungo termine www.panificiopilato.it www.sistemic.it bed and breakfast soverato la villa

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it

noleggio lungo termine noleggio lungo termine www.panificiopilato.it www.sistemic.it bed and breakfast soverato la villa www.sistemic.itwww.panificiopilato.itwww.panificiopilato.it