Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home Info Autori Biografie Autori  Elenco periodici Cerca Badolato Link

Archivio

Altro spazio Estinti Gestionale
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/03/2004 - Anno: 10 - Numero: 1 - Pagina: 9 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

L’INDENNITà

Letture: 1482               AUTORE: Vincenzo Squillacioti (Altri articoli dell'autore)        

Ho chiara dinanzi a me l’immagine di un atipico libricino, di non più di sei od otto pagine di 6x8 centimetri, su cui, con carattere di corpo non superiore a 8, erano riportati gli stipendi, e le indennità (previste) dei militari dell’Esercito, dal soldato al generale d’Armata designato. Ma eravamo ai primi anni Sessanta e cose del genere non meravigliavano alcuno, perché erano usuali, quasi scontate, un po’ in tutti i settori della vita politica, sociale, produttiva del Paese. Oggi, all’impensabile passo in avanti nell’evoluzione tecnica e scientifica, e nonostante ogni proliferazione legislativa, anche specifica, fa riscontro il marasma socio-politico che consente ai detentori del potere, di qualsiasi potere, di pescare nel torbido a piacimento, di disattendere chiarezza e trasparenza, di misconoscere correttezza, equità, giustizia… E ciò grazie anche a sbandierati metodi di modernizzazione e di americanizzazione con cui si afferma la civiltà dei manager, dei progetti, dei budget, dei dirigenti… dei custodi delle stanze dei bottoni, di tutti i bottoni, anche i più piccoli. Il mondo degli ottanta-venti, scrivevo altra volta rifacendomi a una drammatica analisi di uno dei più grandi giornalista italiani, il mondo in cui ottanta è la percentuale della popolazione che viene schiacciata e venti rappresenta la classe dirigente che si assume il compito di gestire, comandare, schiacciare. In questo tipo di mondo, che è già del presente ma che sarà ancor più del futuro, ci sono stipendi, salari, pensioni, indennità, budget e tanto altro detto in inglese, di cui non si dice e in genere neanche si scrive niente, particolarmente quando sono espressi da numeri piuttosto alti. Si rischia, anzi, se si cerca di sapere. E quando se ne parla si fa sottovoce. E nessuno, in genere, che si lamenti! L’ultima indennità -subito appurata, questa, con grande disappunto degli interessati- è quella degli onorevoli (?) consiglieri regionali della Calabria, deliberata da se stessi, ovviamente, alla fine dello scorso mese di gennaio: solo 1.500 euro al mese! C’è qualcuno, in verità, che parla di 2000. E dinanzi all’indignazione di certa stampa, e della gente, uno degli onorevoli avrebbe detto risentito che “tre milioni delle vecchie lire al mese non cambiano la vita delle persone”. E un altro ha sentenziato che “la vera vergogna non è l’aumento delle indennità, ma la corruzione, ove presente”. Un altro ancora, con atteggiamento difensivo e risolutorio, ha annunciato di voler devolvere in beneficenza la maggioranza della sua indennità. E la Calabria continua ad affondare. E i Calabresi continuano ad emigrare: una strada che dura da 130 anni, ed è ancora l’unica soluzione dei problemi di questa regione, che pur fa parte del Paese “più americano d’Europa”.
302 Found

Found

The document has moved here.


E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it

302 Found

Found

The document has moved here.

302 Found

Found

The document has moved here.