Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home Info Autori Biografie Autori  Elenco periodici Cerca Badolato Link

Archivio

Altro spazio Estinti
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 30/09/2004 - Anno: 10 - Numero: 3 - Pagina: 24 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

QUANDU CHJOVA ON SICCA NENTA

Letture: 933               AUTORE: Giovanna Durante (Altri articoli dell'autore)        

Quando piove, niente s’inaridisce, dice un antico proverbio che sottolinea la grande importanza della pioggia per l’agricoltura; e noi sappiamo bene come, per l’arida natura del suolo calabrese, l’acqua piovana rappresenti un vero dono della Provvidenza. L’utilità della pioggia varia di tono col variare delle stagioni ma anche dei mesi; quella di giugno, ad esempio, è alquanto dannosa per il raccolto e quindi poco auspicabile, come testimoniano i numerosi proverbi dettati dalla saggezza e dall’esperienza popolare. Si dice infatti: “L’acqua ’e giugnu rovìna u mundu” (L’acqua di giugno rovina tutto); ed anche “Quandu chjova ’e San Gianni (24 giugno) tiritùppati li castàgni”, ossia “Quando piove nella ricorrenza di San Giovanni i ricci cadono prima della maturazione delle castagne”. Ed ancora: “L’acqua ’e giugnu caccia a pitta do furnu”, vale a dire che la pioggia di giugno, compromettendo la produzione del grano, fa diminuire la panificazione. A conferma di quanto detto, un proverbio più completo recita: “L’acqua ’e Sant’Antonìnu (13 giugno) distrùggia pana ogghju e vinu”. Non v’è dubbio: la pioggia di giugno danneggia grano, olive ed uva. Anche per quel che concerne il mese di luglio pare che la pioggia sia in qualche modo nociva per alcune coltivazioni; basti pensare al detto: “Quandu chjova cu solleùni, dassa l’allìvi allu patrùni”, ossia “Quando piove in piena estate non prendere in affitto le olive perché si sa già che il raccolto sarà poco soddisfacente”. In agosto, invece, l’utilità della pioggia viene affermata decisamente ed indicata come toccasana sia per gli uliveti ed i vigneti che per la produzione del miele: “Quandu chjova d’agùstu, ogghju, mela e mustu”. Cosa singolare è che la pioggia, raffreddando la temperatura fa addormentare le api che consumano quindi una minore quantità di miele. Altri mesi dell’anno che necessitano di pioggia per assicurare un buon raccolto sono: marzo, aprile e maggio; si dice infatti: “Marzu chjova chjova, aprìli mai non fini, a maju una bona ca li càmpora su’ chjni”. I coltivatori auspicano quindi piogge abbondanti a marzo, a più riprese in aprile, ed una sola bella pioggia in maggio affinché l’annata sia garantita. In particolare, l’utilità della pioggia di aprile è riconosciuta dal detto in cui si attribuisce iperbolicamente, addirittura ad ogni goccia d’acqua un barile di vino! “Acqua d’aprìli ogni guccia nu varìhr1i”. Altrettanto significativo è inoltre un proverbio secondo cui la pioggia di maggio e quella più frequente di aprile valgono più di un carro e di un carretto! Non a caso si dice: “Non vala nu carru e nu carrìli quantu n’acqua ’e maju e dui d’aprìli”. Anche oggi si sente esclamare in determinate occasioni: “è n’acqua ’e maju” (è come una pioggia di maggio), con riferimento ad un evento tanto improvviso ed imprevisto quanto gradito ed utile. Per gli altri mesi dell’anno possiamo solo esprimere l’augurio che le piogge siano opportune e puntuali, specialmente oggi che le stagioni non rispettano più i tempi tradizionalmente previsti per le giornate di sole e per quelle di pioggia e di freddo.
noleggio lungo termine noleggio lungo termine www.panificiopilato.it www.sistemic.it bed and breakfast soverato la villa

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it

noleggio lungo termine noleggio lungo termine www.panificiopilato.it www.sistemic.it bed and breakfast soverato la villa www.sistemic.itwww.panificiopilato.itwww.sistemic.it