Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home Info Autori Biografie Autori  Elenco periodici Cerca Badolato Link

Archivio

Altro spazio Estinti
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 30/04/2014 - Anno: 20 - Numero: 1 - Pagina: 35 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

L'AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO LEGGE N. 6/2004

Letture: 1401               AUTORE: Caterina Campagna (Altri articoli dell'autore)        

L’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO – LEGGE N. 6/2004 La legge n. 6/2004 ha introdotto la figura dell’Amministratore di sostegno. La normativa mira a fornire una tutela più incisiva in favore di coloro che, per effetto di una infermità o per una menomazione fisica o psichica, si trovano nell’impossibilità, parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi (art. 404 c.c.). Viene così fornita piena garanzia ai diritti dei soggetti più deboli (disabili, incapaci totali o parziali), mediante l’intervento di persone denominate “Amministratori di sostegno di carattere temporaneo o permanente”. A questo scopo l’azione dell’Amministratore di sostegno si concretizza in interventi di sostegno di carattere pratico (es.: gestione del danaro e dei risparmi del beneficiario) che possono avere anche carattere temporaneo (tossicodipendente in riabilitazione, persona temporaneamente incapace di gestire tutte le attività a causa di una malattia, ecc.). L’Amministratore di sostegno è dunque un soggetto che serve ad aiutare chi convive con una delle patologie sopra citate. La richiesta di nomina di un “Amministratore di sostegno” si inoltra con ricorso. Esso può essere presentato dalla stessa persona interessata, anche se incapace, dai familiari dell’interessato entro il 4° grado (padre, madre, fratello, sorella, coniuge non legalmente separato), dal Pubblico Ministero, nonché dal tutore legale o curatore legale, previa revoca dell’inabilitazione o dell’interdizione. Inoltre in alcuni casi possono proporre ricorso i servizi sociali che siano venuti a conoscenza di fatti che impongano la presenza dell’Amministratore di sostegno. Il ricorso deve specificare l’atto o le varie tipologie di atti (vendita, affitto appartamento, investimento somme, ecc.) ai quali è funzionale l’assistenza. Il ricorso va presentato al Giudice Tutelare del luogo in cui ha la residenza il beneficiario. Nel caso in cui quest’ultimo risulti ricoverato presso qualche struttura sanitaria, si fa riferimento al luogo dove trovasi detta struttura. Il Giudice Tutelare provvederà alla nomina dell’Amministratore di sostegno con decreto; esso, al fine di assicurare la dovuta tutela al beneficiario, deve indicare: l’oggetto dell’incarico, gli atti che quest’ultimo può compiere in nome e nell’interesse del beneficiario, la durata dell’incarico che gli viene affidato, specificazione dei limiti di spesa che egli può effettuare tramite le risorse finanziarie a disposizione dell’assistito. Nello stesso decreto il Giudice Tutelare può anche stabilire che l’Amministratore di sostegno effettui relazioni periodiche in ordine alle condizioni di vita personale o sociale del beneficiario, nonché relativamente ad altre informazioni pertinenti al proprio incarico. Avverso la nomina, da parte del Giudice Tutelare, dell’Amministratore di Sostegno, può essere presentato reclamo ai sensi dell’art. 739 c.p.c.. La figura dell’Amministratore di sostegno ha reso possibile una concreta collaborazione tra la persona bisognosa di assistenza e chi questa assistenza presta concretamente, insieme operando per assicurare alla persona debole, oltre che la sua dignità, anche il ruolo di protagonista nella società, così come gli spetta per diritto naturale, ancor prima che in ossequio alla norma giuridica. L’avvocato (avv. Caterina Campagna)
noleggio lungo termine noleggio lungo termine www.panificiopilato.it www.sistemic.it bed and breakfast soverato la villa

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it

noleggio lungo termine noleggio lungo termine www.panificiopilato.it www.sistemic.it bed and breakfast soverato la villa www.sistemic.itwww.panificiopilato.itwww.panificiopilato.it