Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home Info Autori Biografie Autori  Elenco periodici Cerca Badolato Link

Archivio

Altro spazio Estinti Gestionale
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/03/2006 - Anno: 12 - Numero: 1 - Pagina: 48 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

AHR!’ACCHJAPPAFÈRRU

Letture: 1291               AUTORE: Mario Ruggero Gallelli (Altri articoli dell'autore)        

La semplicità e l’inventiva caratterizzavano i giochi dei bambini di una volta: un oggetto misero poteva persino essere fonte creativa di divertimento sano e formativo. Da questa prerogativa, si può dire, sia scaturito il gioco “Acchjappafèrru”, che per la sua dinamicità potrebbe, ancora oggi, affascinare quei bambini sedentari e ammaliati dai passatempi ad alta tecnologia. Si sorteggiava fra i partecipanti colui che doveva fare da cacciatore, mentre tutti gli altri si sguinzagliavano nei vicoli della “ruga” in cerca di un qualsiasi oggetto di ferro a cui aggrapparsi. Poteva essere uno dei tanti anelli fissati davanti i “catòja” dove si legavano gli asini o i muli, uno dei chiodi piramidali che ornavano i grandi portoni dei maestosi portali, un battiporta, ecc. L’oggetto individuato veniva afferrato diventando così un porto sicuro. Ma non per molto tempo: era possibile, infatti, rimanere attaccati alla presa qualche secondo per passare obbligatoriamente ad un altro oggetto anch’esso ferroso. Se nel lasso di tempo fra una presa e l’altra, non protetti dal ferro, si veniva toccati dal cacciatore, i ruoli venivano invertiti e da preda si diventava inseguitore. La dinamicità del gioco imponeva, appunto, prontezza decisionale nell’individuare il momento propizio per abbandonare una postazione così da “acchiappare” il ferro successivo.
noleggio lungo termine noleggio lungo termine www.panificiopilato.it www.sistemic.it bed and breakfast soverato la villa

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it

noleggio lungo termine noleggio lungo termine www.panificiopilato.it www.sistemic.it bed and breakfast soverato la villa www.sistemic.itwww.panificiopilato.itwww.sistemic.it