Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home Info Autori Biografie Autori  Elenco periodici Cerca Badolato Link

Archivio

Altro spazio Estinti Gestionale
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 30/09/2003 - Anno: 9 - Numero: 3 - Pagina: 3 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

LA POESIA DI CASA NOSTRA

Letture: 1772               AUTORE: Achille Curcio (da “Visioni del Sud”) (Altri articoli dell'autore)        

(Di Achille Curcio, al quale il nostro grande critico letterario Antonio Piromalli ha dedicato ben quattro pagine in La letteratura calabrese, non possiamo dire altro che la sua poesia ha da tempo varcato i confini regionali, per la variet e la robustezza dei contenuti, per la compostezza e leleganza dello stile, per il lirismo che la pervade. Tra le tantissime possibilit che ci si sono presentate durante la ricerca tra le sue pubblicazioni, abbiamo scelto Non marricordu. Un pianto da millenni destinato a consumarsi invano, come spesso ogni anelito di giustizia, come ogni vangelo, come ogni eroismo. Cos per sempre, forse.) NON MARRICORDU Non marricordu comu ti chiamavi, Quanta amarizza quandu poi tussavi ma nte la chiazza e nte li vichi scuri ammalappena ti mentivi u scrivi! mi venivi a lu cantu e sempa stavi Si votavanu tutti e tammucciavi a mia vicinu. quasi scornusu. Senza patra n mamma, mi parivi E tussasti pe misi e misi sani nu puricinu stancu senza hjocca; virgognusu guardandu li cumpagni; avamu tutti i scarpi e tu currivi poi nivicau, sonaru li campani, a pedi nudi. taddormentasti. Avamu tutti pana e tu mangiavi Si tutti nui ti davamu cchj pana cicori crudi e junti de castagni; quandu alijasti e nci guardavi mutu, avamu u focu e tu ti caddijavi si ti porgiamu ncuna pezza e lana sulu cu hjatu. camperi ancora. Quanta virgogna quandu mi sparta Non marricordu comu ti chiamavi, cu tia ncamatu na vuccata e pana, ma quandu fora nivica o lampija virgogna chi do cora mi sagghja nto penzeri a na vota mi cumpari, mbiscata a pena! vestutu doru.

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it