Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


HomeHomeInfoAutoriBiografie AutoriElenco periodiciCercaVideoBadolato LinkArchivioAltro spazioEstintiGestionale
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/12/2003 - Anno: 9 - Numero: 4 - Pagina: 15 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

FRANCESCO FRUSTAGLI, UN POETA-CANTORE

Letture: 1625               AUTORE: Massimo Ranieri (Altri articoli dell'autore)        

(Tra gli altri omaggi abbiamo ricevuto di recente un CD di Francesco Frustagli, amico andreolese ormai da anni vicino a La Radice, con cui ha pure collaborato in un non lontano passato. Il maestro si ancora una volta ricordato di noi, e noi lo ringraziamo, approfittando delloccasione per augurargli ogni affermazione possibile. Di questo nostro artista ha scritto per noi lamico giornalista Massimo Ranieri, al quale pure ci lega un rapporto professionale e amicale ormai da anni: leggiamolo, ringraziandolo per la collaborazione.) Roma, una metropoli, Crotone, una citt del sud, e S. Andrea Jonio, un paese della provincia calabrese, segnano il contesto fondamentale della formazione ed ispirazione musicale di Francesco Frustagli, classe 1948, cantautore, un disco appena uscito, Ricordi in Musica (prodotto dallAssociazione Civitas per SantAndrea), e ancora tanti sogni da realizzare. Alla musica non si avvicinato in tenera et, come tanti artisti, ma a diciottanni, quando ha scoperto per caso la chitarra, uno strumento senza segreti (dopo anni di studio) che oggi padroneggia con virtuosismo. A met degli anni sessanta a Roma dove egli scopre il fascino dei concerti e dellopera e trova loccasione di avere contatti con professionisti del mondo musicale. La musica, la grande musica, lo attrae e quando incontra la Patetica, lAppassionata e Chiaro di Luna di Beethoven, si illumina e capisce che quella la sua strada , e la sua vita. Studia la teoria musicale da autodidatta, non senza prendere lezioni private, e nello stesso tempo approfondisce a trecentosessanta gradi la conoscenza della chitarra. Francesco Frustagli nasce, dunque, come musicista classico, non solo nellascolto ma anche nella cultura, che sta avidamente assorbendo e nella pratica musicale, con in cima Bach tra i compositori pi amati. Alterna i soggiorni romani a Crotone, sua citt natale, ed a S. Andrea, paese dorigine dei genitori, dove ha trascorso linfanzia. Alla canzone arriva dopo una lunga immersione nei diversi generi musicali. La musica popolare spagnola, quella sudamericana, la tradizione napoletana, fanno parte del suo bagaglio e presto approda alle sue composizioni, che costituiscono, come ha sottolineato il M Aldo Lacroce, una sincresi di questa ampia esperienza musicale. Il M Lacroce, oltre ad avergli fornito alcuni importanti approfondimenti teorici, lo ha definito un poeta-cantore, un Troubadour, un menestrello diremmo in Italia, che scrive e mette in musica le sue poesie. In Ricordi in Musica lartista presenta dieci brani in italiano e dialetto calabrese, composti in diversi momenti della sua vita. C A fioraia, una regina che sta su un trono fatto di rose, e gli accende la passione, Canta, Maria, una donna dalla voce angelica che fa entrare a musica nto cora, e poi la serenata a Paola, unamica che si prepara al suo pi bel giorno e Lorena e il suo sorriso che mai non si spegne per finire a Viviana una emigrante la cui partenza dalla citt viene salutata da i gerani e le splendide rose. In Ricordando Tivoli -anche i luoghi in cui ha trascorso parte della sua esistenza riecheggiano nelle canzoni- ci sono sempre le donne romantiche che se ti guardano con gli occhi dangelo scacciano la solitudine e Si a Badulatu vai, il paese delle serenate e dellallegria. E poi il testo liturgico La Rosa di Saron e Caru Sarvaturi canzone dedicata allo scrittore Salvatore Mongiardo. Infine a primavera c la contemplazione dei Chiuri dammendulara che gli ricordano lamore, amore che per svanisce ed apre le porte alla malincunia. Un poeta romantico, Francesco Frustagli , che ha sempre la chitarra a portata di mano e nuovi ricordi da mettere in musica. Massimo Ranieri

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it