Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home Info Autori Biografie Autori  Elenco periodici Cerca Badolato Link

Archivio

Altro spazio Estinti Gestionale
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/03/2004 - Anno: 10 - Numero: 1 - Pagina: 10 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

2004 - La Riforma che verrà

Letture: 1572               AUTORE: Marina Gervasi (Altri articoli dell'autore)        

Con lanno 2003 si concluso il ciclo della Scuola tradizionale, quella a cui le famiglie delegavano istruzione e futuro dei loro ragazzi, ed stata introdotta una riforma che, apparentemente non muta la struttura della scuola ma nella sostanza modifica molti aspetti del sistema scolastico. La prima novit riguarda una maggiore libert di scelta per le famiglie e maggiore autonomia didattica delle scuole che dovranno formulare piani di studi personalizzati per favorire la crescita e la valorizzazione degli allievi rispetto alle offerte o i bisogni del territorio. I genitori avranno il diritto di avere copia del P.O.F. in cui deve essere evidenziato, anche, lorario di ogni materia, la suddivisione dellanno scolastico, le sperimentazioni previste. Fin dal primo anno della scuola primaria sar introdotto linsegnamento della lingua inglese e, sotto forma di gioco, gli allievi impareranno anche ad utilizzare il personal computer e gradualmente Internet per poter essere in grado di acquisire una enorme quantit di informazioni sia innumerevoli argomenti e comunicare, inoltre, con residenti in ogni parte del mondo. Ma la novit fondamentale e pi appariscente consiste nei nuovi nomi con cui bisogner familiarizzare per definire il percorso didattico educativo del nostro sistema scolastico: Scuola dinfanzia, Scuola primaria, Scuola secondaria di 1 grado, Scuola secondaria. Scuola dinfanzia La scuola dinfanzia dura tre anni ed frequentata non solo dai bimbi dai 3 ai 6 anni, ma accoglier anche bimbi pi piccoli, pertanto i docenti saranno preparati opportunamente per questo compito e dovranno avere i genitori come collaboratori importanti per favorire ladattamento e il benessere dei figli al nuovo ambiente. Scuola primaria Si chiama cos per tanti motivi: per la prima volta i bambini si avvicinano al mondo della cultura con lalfabetizzazione informatica e lalfabetizzazione della lingua inglese e, cosa molto importante, iniziano ad essere educati ai principi fondamentali della convivenza civile rafforzando nel contempo la propria personalit. Un portfolio delle competenze acquisite servir a documentare il percorso formativo dellallievo dal primo allultimo anno e pertanto di particolare importanza sar la figura del tutor che avr il compito di coordinare le attivit, conoscere pi a fondo gli alunni, preparare i piani di studio personalizzati e incontrare i genitori per dialogare sulla crescita e lapprendimento dei loro figli. Scuola secondaria di primo grado Nellanno in corso sar attivato il primo anno (2004/2005), poi il secondo (2005/2006) ed il terzo (2006/2007). Al termine ci sar lesame di stato che non verr pi sostenuto dopo i primi cinque anni di primaria. Durante il triennio oltre linglese si studier una seconda lingua europea e verr intensificato luso dei mezzi informatici. La valutazione finale terr conto degli obbiettivi formativi e del comportamento degli allievi e in casi di gravi carenze non si avr lammissione allanno successivo. Scuola secondaria divisa in due indirizzi: licei e formazione professionale. Oltre al liceo classico, scientifico, linguistico e artistico, ci sar quello economico, musicale, tecnologico e delle scienze umane. I licei durano cinque anni e si concluderanno con lesame di stato. Il sistema dellistruzione e formazione professionale costituisce una delle due offerte di formazione del secondo ciclo; di competenza delle Regioni rilascia titoli e qualifiche al termine di tre o quattro anni. Il diploma d il diritto daccedere allistruzione e formazione tecnica superiore IFTS, parallelo a quello universitario con lo scopo di preparare professionisti altamente qualificati. Lo studente alla fine dei quattro anni potr sostenere lesame di Stato per accedere alluniversit. Questo progetto di riforma, secondo le affermazioni dello stesso Ministro dellIstruzione pone al centro i bisogni, gli interessi e le aspirazioni dei giovani, delle famiglie e degli insegnanti e mira alla formazione di cittadini dotati di responsabilit, coscienza, critica e cultura della legalit e della democrazia. Solo educando i giovani in tal senso si potranno avere future generazioni capaci di sapere, saper fare, saper essere.

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it