Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home Info Autori Biografie Autori  Elenco periodici Cerca Badolato Link

Archivio

Altro spazio Estinti Gestionale
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 30/09/2004 - Anno: 10 - Numero: 3 - Pagina: 25 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

AHRA PRESA

Letture: 1517               AUTORE: Mario Ruggero Gallelli (Altri articoli dell'autore)        

La libert: un bene prezioso che ogni uomo portato a difendere con tutti i mezzi a sua disposizione. Se viene negata si cerca di riconquistarla sfidando anche la morte, spesso con laiuto di amici disposti a rischiare in proprio. Lamicizia, appunto, un tempo era molto forte fra le persone e la necessit di donarsi al prossimo veniva avvertita anche dai bambini che la riproponevano persino nei giochi. Ne inventavano alcuni, infatti, in cui lo spirito di sacrificio emergeva prepotentemente, tra questi cera a presa. Un gioco di gruppo a numero vario. Fra tutti si sorteggiava chi doveva custodire unaria precedentemente definita, segnata per terra con un pezzo di carbone. Sguinzagliati per la via i partecipanti dovevano evitare di essere toccati dal giocatore custode, se ci avveniva il malcapitato doveva posizionarsi allinterno dellarea circoscritta nella speranza che un giocatore amico andasse a liberarlo toccandolo. Questultimo doveva a sua volta evitare di essere toccato dal giocatore custode per non finire anche lui nello spazio prigione. Il gioco finiva se il custode riusciva a catturare tutti i partecipanti rinchiudendoli allinterno dellarea tracciata. Molte volte, per, non andava a buon fine, le difficolt a gestire i presi erano tante, per cui si poteva passare anche unintera serata senza portare il gioco a compimento.

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it