Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home
Info
Autori
Biografie
Periodici
Cerca
Video
Link
Archivio
Lettere
Estinti
Gestionale
Articolo meno letto:
IL “CIRCOLO” DI AZIONE CATTOLICA
Autore:Vincenzo Squillacioti     Data: 31/12/2019  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/03/2006 - Anno: 12 - Numero: 1 - Pagina: 18 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

EMIGRAZIONE COMUNQUE

Letture: 819               AUTORE: Ninetta Vetere (Altri articoli dell'autore)        

(Emigrare dietro langolo il titolo del pezzo dellamico Ulderico Nistic che abbiamo letto a pagina 6 del n4/2006. Ed di questo tipo di emigrazione che si conversava tempo fa con Ninetta Vetere, nostra attenta lettrice da Strongoli, dove nata ed insegna. Nel Marchesato, difatti, si trasferivano per alcuni mesi numerosi Badolatesi richiamati soprattutto dalla possibilit di lavoro stagionale ed anche per barattare prodotti agricoli. Ancora oggi non difficile incontrare in quelle zone persone che si chiamano Carella, Cosdispoti, ecc.
Avendo chiesto allamica lettrice di scrivere per noi sullargomento, abbiamo ora il piacere di leggere questinedito segmento di storia della nostra emigrazione.)

EMIGRAZIONE COMUNQUE

Agli inizi del 900 cominciarono ad arrivare a Strongoli forestieri provenienti per lo pi da Isca, da Badolato e da SantAndreaper lavorare nei campi,di proprietprimadelbarone Giunti e poidi Massara, altro ricco proprietario terriero: si occupavano della raccolta delle spighe e delle olivee dellallevamento del bestiame.
Essi abitavano nelle zone fuori dal paese, chiamate, ancora oggi, Pianette e Lazzovino. La loro presenza richiam anche altri loro compaesani, che venivano giornalmente a Strongoli a vendere i loro prodotti, per lo pi castagne, pane di castagne, fagioli, ma anche recipienti di terracotta come pignatte, contenitori per acqua e vino, che barattavano con gli strongolesi, di solito, con il grano.
A Strongoli, infatti, questi forestieri venivano indicati con il soprannome di mandreddri, perch spesso erano a guardia delle mandrie o anche con quello di canciarani, proprio per il fatto che, essendo il loro territorio privo di grano duro, barattavano conquestultimo i loro prodotti. Per ogni contenitore pieno di grano ne davano due del loro prodotto, mentre, se si trattava di vendere solo il contenitore,esso veniva riempito di tanto grano quanto ne conteneva, dopodich il grano, che rappresentava, quindi, unaforma di pagamento, veniva trattenuto dal venditore, lasciando allacquirente il contenitore vuoto.
Era caratteristico il loro modo ditrasportare la merce, chea Strongoliera inusuale: portavano, infatti,sulle loro teste, protette da un rotolo di stoffa, enormi ceste, e questo suscitava lattenzione dei bambini,specie di quellipi golosi, cheli seguivano a frotte quando sapevano che era il periodo in cui portavano i pani di castagna; in genere i loro prodotti venivano venduti per le strade, ma se il tempo era cattivo, i canciaranivenivano accolti nelle case e fatti ristorare.
Molti di essi si stabilirono definitivamente a Strongoli, diventando strongolesi a tutti gli effetti.




E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it