Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home
Info
Autori
Biografie
Periodici
Cerca
Video
Link
Archivio
Lettere
Estinti
Gestionale
Articolo meno letto:
IL “CIRCOLO” DI AZIONE CATTOLICA
Autore:Vincenzo Squillacioti     Data: 31/12/2019  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/12/2006 - Anno: 12 - Numero: 4 - Pagina: 8 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

RIVIERA DEGLI ANGELI

Letture: 765               AUTORE: Vincenzo Messineo (Altri articoli dell'autore)        

RIVIERA DEGLI ANGELI
CENTRI URBANI E PARROCCHIE
da SantAndrea sullo Ionio a Guardavalle

Il ritardo dello sviluppo urbanistico delle marine di alcuni paesi di questa nostra fascia ionica, forse dovuto non tanto alla resistenza dei cittadini di spostarsi verso il mare, ma al flagello della malaria che, un tempo, dilagava in dette zone. Lunico rimedio medicamentoso era costituito dal CHININO.
Il farmaco che veniva somministrato per via intramuscolare nei casi pi gravi, mentre per gli altri, e anche in via preventiva, si assumeva per mezzo di pillole che, oltre ad essere vendute dalle Farmacie, si potevano acquistare anche presso le RIVENDITE di Sale e Tabacchi, i cosiddetti Tabacchini, per la campagna che lo Stato, su larga scala, faceva per debellare la temuta malattia a volte mortale.
A beneficio dei pi giovani e dei giovanissimi va detto che ogni RIVENDITA era tenuta ad esporre, sia allinterno che allesterno del locale, una targa con la scritta: QUI SI VENDE IL CHININO DELLO STATO.
Verso la fine della Seconda Guerra Mondiale (1940-1945), le truppe degli Alleati Anglo-Americani, dopo lo sbarco in Sicilia (10 luglio 1943), in transito per il NORDITALIA, constatato tale flagello, sparsero, per tutte le contrade, un notevole quantitativo di D.D.T. (Dicloro Difenil Tricloroetano) che diede subito i suoi benfici effetti.
Lo spargimento di tale potente insetticida venne successivamente curato dalle Autorit italiane per diversi anni. Si sospese, poi, perch si scopr che il prodotto era cancerogeno. Ma la malaria si sconfisse. ( di questi giorni la notizia che lOMS riabilita il ddt come strumento efficace per contrastare, soprattutto nei paesi africani, la dilagante piaga della malaria, ndd).
Lo sviluppo urbanistico delle nostre marine prese il via in seguito a tre eventi calamitosi. E precisamente: il terremoto dell11 maggio 1947, con epicentro a ISCA SULLO IONIO, e le alluvioni dellottobre 1951 e dellottobre 1953, questa pi devastante della prima, in quanto caddero, ininterrottamente, cento ore di pioggia.
Sorsero cos, a cura dello Stato, interi centri abitati. I pi grossi: Badolato Marina (il capoluogo fu assai devastato) e Isca Ionio Marina (il paese fu molto provato dal terremoto).
Si costruirono case, stabili per gli uffici pubblici e ovviamente la Chiesa. Istituzione, peraltro, vivamente sentita dalla generalit delle popolazioni interessate costrette a lasciare il vecchio borgo natio per le nuove dimore, a volte non rispondenti pienamente alle abitudini della nostra gente. Mancava, soprattutto, un locale per la custodia delle provviste.
Tuttavia le famiglie si arrangiarono come meglio poterono. Costruite cos le Chiese, ed a trasferimento avvenuto dei sinistrati, si rese necessario provvedere, oltre che ai ministri di culto, ed in qualche modo si ovvi con la presenza dei Francescani, ad intitolare la Chiesa in ogni nuovo centro marino abitato, e realizzato, lungo la litoranea, nei Comuni da S. Andrea Apostolo dello Ionio a Guardavalle.
Fu lallora Arcivescovo di Catanzaro e Squillace, S.E. Rev.ma Mons. Armando FARES, di venerata memoria, a volere che tali Chiese si intitolassero agli Angeli ed Arcangeli. (*) E cos S. Andrea Ionio Marina si intitol a San Raffaele Arcangelo, Isca Ionio Marina a San Michele Arcangelo, Badolato Marina ai Santi Angeli Custodi, S. Caterina Ionio Marina a San Gabriele Arcangelo ed infine Guardavalle Marina alla Madonna degli Angeli. Con lo stesso provvedimento stabil anche le date per la celebrazione della festa religiosa e civile: tutte ricadenti nel mese di agosto di ogni anno.
Tali chiese erette prima in cappellanie furono in seguito trasformate in Parrocchie propriamente dette mano a mano che le condizioni economiche dellEnte e lincremento demografico lo consentirono.
Si pens una volta ad una grande processione con partenza da S. Andrea Ionio e conclusione a Guardavalle Marina, ovviamente con le statue ben sistemate su appositi automezzi opportunamente addobbati. Ma non se ne fece nulla perch, allora, Guardavalle Marina non si era ancora dotata della Statua della Madonna degli Angeli.
E cos lidea cadde nel dimenticatoio. Chiss se qualcuno di buona volont voglia raccogliere tale idea?

(*) Per quanto a nostra conoscenza, il primo a definire questa fascia costiera ionica Riviera degli Angeli stato Domenico Lanciano (ndd).


E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it