Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home Info Autori Biografie Autori  Elenco periodici Cerca Badolato Link

Archivio

Altro spazio Estinti Gestionale
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 30/04/2008 - Anno: 14 - Numero: 1 - Pagina: 18 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

DROGA E SCUOLA

Letture: 1727               AUTORE: Marina Gervasi (Altri articoli dell'autore)        

Non di rado, vengono riportate dai giornali, notizie riguardanti la morte di giovanissimi per overdose o notizie di gravi incidenti stradali, causati sempre da giovani che guidano sotto leffetto di droghe. Il flagello della droga sempre pi diffuso e grave, riguarda per lo pi giovanissimi ed un vero e proprio problema sociale, oltre che personale, che chiama in causa le responsabilit di famiglia, scuola e societ. In una realt sociale che vede giovani sempre pi emancipati difficile svolgere il ruolo di educatore e di genitore. Internet, i mezzi di comunicazione di massa ma soprattutto la tv sembrano essere diventati i protagonisti del processo educativo giovanile. Si accetta acriticamente quanto viene offerto dal piccolo schermo scambiandolo per la vita reale. Al contrario i giovani dovrebbero essere aiutati, da docenti e genitori, a sviluppare senso di critica, capacit di giudizio e di scelta; devono essere aiutati a diventare protagonisti principali e consapevoli del loro percorso di vita quotidiana. Attualmente il fenomeno della diffusione di droga nelle scuole in costante aumento e ci accade perch gli studenti costituiscono un mercato facile sia per la loro giovane et e le problematiche ad essa connesse, sia per il desiderio innato di provare qualcosa di nuovo, profondamente convinti di essere superiori alla stessa droga e di poterla in ogni momento controllare o abbandonare. In effetti non cos e sempre pi studenti iniziano fumando lo spinello, convinti che non faccia male, per poi passare alle droghe pi pesanti e devastanti. Bisogna quindi fare qualcosa per porre freno a questo dramma che miete sempre pi vittime. Le cause certamente sono tante ma quella prevalente individuabile nella debolezza del carattere, nel progressivo allontanarsi dalla famiglia, dal lavoro e dalla scuola. Il giovane vede nella droga luscita dal disagio esistenziale, dal senso di inadeguatezza di fronte alle sfide della vita o la ricerca di un attimo di ebbrezza che gli permetta di evadere dalla quotidianit pesante ed insignificante. Accusare la scuola, la societ, la mancanza di ideali, le condizioni di vita difficile non certo sufficiente. `E9 vero che molti genitori sono in difficolt a seguire ladolescente che si inserisce in compagnie che a volte si sostituiscono alle famiglie, vero anche che dalla scuola, spesso, si pretende che svolga compiti che vanno al di l dellambito formativo tradizionale. `E9 chiaro per che ridursi a fare una legge proibitiva e permissiva non basta, deve essere un punto di partenza che esige una seria strategia di prevenzione e dura lotta ai trafficanti di morte. A tale scopo, in parecchie scuole, nei programmi formativi sono state previste varie iniziative quali: incontri con medici per informare gli allievi sui danni fisici e psichici provocati dalluso di droghe; incontri con personaggi dello spettacolo che costituendo dei modelli possano convincere i giovani a condurre uno stile di vita sano. Fondamentale per la buona riuscita del progetto formativo la presenza e la partecipazione delle famiglie che costituiscono un valido aiuto per una pi approfondita conoscenza delle singole problematiche giovanili. Altre utili iniziative consistono anche nel coinvolgere il mondo extra-scolastico quali le agenzie presenti nel territorio, squadre sportive, oratori, comunit, artigiani, per inserirle nel contesto utile alla scuola stessa con finalit educative di socializzazione e di recupero dei giovani che ne hanno maggior bisogno. Tutto ci che la scuola pu fare per formare individui autonomi e forti , sinceramente utile ed importante, ma, ci nonostante ancora molti, troppi giovani diventano schiavi della droga, distruggendo la propria vita e sconvolgendo i nuclei familiari di provenienza. Bisogna chiedersi, quindi, cosa si possa fare per aiutare un giovane ad uscire da questo abisso che distrugge fisicamente e moralmente. Un ruolo importante e decisivo, in questi casi, lo svolgono le Comunit, parecchie di ispirazione cristiana che ospitano e curano centinaia di giovani cercando di rendere il drogato sempre pi responsabile, ripristinando la sua libert e la sua capacit di decisione autonoma. Tra queste la Comunit di Mondo X che opera presso il seicentesco Convento sito in Badolato Superiore in provincia di Catanzaro. `E9 merito delle Comunit aver compreso che la liberazione dalla dipendenza nasce da quel margine di libert che consente al tossicodipendente di essere, di nuovo, protagonista del suo ritorno alla vita e di compiere il miracolo della rinascita.

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it