Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home Info Autori Biografie Autori  Elenco periodici Cerca Badolato Link

Archivio

Altro spazio Estinti Gestionale
Articolo meno letto:

Autore:     Data:  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/12/2016 - Anno: 22 - Numero: 3 - Pagina: 39 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

“U RINÀCCHJU DA GUARDIA”

Letture: 149               AUTORE: Vincenzo Squillacioti (Altri articoli dell'autore)        

Il toponimo del titolo risponde a una precisa zona delle nostre colline soprastanti il centro abitato di Badolato Superiore. È un tratto rettilineo e pianeggiante della vecchia strada mulattiera, in qualche modo anche carrabile, d’epoca medievale -se non anteriore- che, partendo dall’estrema zona ovest del vecchio borgo (oggi diciamo “San Domenico), sale sino in cima all’Appennino e poi scende giù sino al Tirreno. Guardia è il toponimo della zona. Ma perché Rinàcchju? Perché in quel tratto di strada, evidenziata nella cartografia qui riprodotta, durante le piogge autunnali e invernali si depositava la sabbia che le acque piovane portavano giù lungo la mulattiera in forte pendenza dal Cariu sino alla Guardia, appunto. Rinàcchju, quindi, luogo di deposito della rina, che è il nome dialettale della sabbia. Il toponimo oggi è poco conosciuto, non solo perché il dialetto non si parla più, ma anche perché la nuova strada provinciale, che in quel tratto come altrove si sovrappone alla vecchia, presenta caratteristiche tali da evitare l’accumulo della sabbia.

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it