Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995



Home
Info
Autori
Biografie
Periodici
Cerca
Video
Link
Archivio
Lettere
Estinti
Gestionale
Articolo meno letto:
DIALETTO IN PILLOLE
Autore:Vincenzo Squillacioti     Data: 30/04/2021  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/03/2007 - Anno: 13 - Numero: 1 - Pagina: 41 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

CHI TROVA UN AMICO TROVA UN TESORO

Letture: 795               AUTORE: Giovanna Durante (Altri articoli dell'autore)        

Lamicizia un sentimento eterno ed universale, un legame affettivo che caratterizza la vita delluomo e ne rivela la nobilt danimo.
Lamicizia vera, basata sulla stima reciproca e sul rispetto vicendevole quella che dura inalterata e che spesso si rafforza malgrado gli anni che passano e la distanza chilometrica che divide. Purtroppo esiste anche un altro tipo di amicizia che inizia nel modo giusto, ma poi si perde nel corso degli anni, spesso per futili motivi, o quella che si mantiene in modo blando e superficiale fino a limitarsi allincontro casuale o al semplice scambio di idee.
Lamico non cessa di essere tale neppure quando viene abbandonato o trascurato; tale situazione negativa, quando si verifica incide sicuramente sullespressione dellamicizia trasformandola ma non distruggendola, se il fondamento su cui poggia veramente solido.
Ma come si fa a sondare la schiettezza di un sentimento cos intimo che alberga nel cuore di un uomo? Sicuramente le difficolt come la malattia e il bisogno rappresentano la prova del fuoco, la verifica attendibile per la solidit del rapporto amicale. Ed perci che anticamente si diceva: Crciaru, malata e necessitti scandgghjanu lu cora de lamcu. (Carcere, malattia e necessit sondano il cuore dellamico). In tempi pi lontani lo scrittore latino Ennio scriveva: Amicus certus in re incerta cernitur (Il vero amico si riconosce nelle necessit). Infatti nelle situazioni pi dolorose che ci si aspetta la solidariet e il conforto dellamico che in alcuni casi non pu limitarsi alla semplice parola dincoraggiamento ma deve agire in maniera concreta e nei limiti delle proprie possibilit per venire incontro ai bisogni dellaltro. Lamcu non dcia ma fcia (Lamico non dice ma fa).
Quel che si dice per lamicizia vale anche per il comparatico che sempre stato, e lo ancora oggi, un legame molto forte, simile alla parentela, ma con quel senso di rispetto pi accentuato che lo impreziosisce. Amcu e cumpra nto bisgnu para (Lamico e il compare si riconoscono nella necessit).
Veniamo ora ad un altro proverbio molto usato dai nostri antenati, oggi raramente citato: Amiczia si mantna si u cannstru vcia e bbena. Se veramente lamicizia fondasse il suo essere sullandirivieni del canestro pieno di doni, sicuramente perderebbe il suo smalto, divenendo qualcosa di interessato e formale e non esclusivamente basato su un rapporto di stima e di reciproco rispetto. C da supporre invece che esista un senso pi profondo nel proverbio citato che quello della necessit di una reciprocit dei comportamenti e non quello dellincentivo dei doni tra le due parti. Tuttavia non esiste una vera amicizia n un vero comparatico quando le esternazioni necessarie ad un rapporto affettivo sono a senso unico. Non si pu sempre dare o sempre ricevere, n si pu appesantire lamicizia con sovrastrutture e condizionamenti; occorre invece viverla come un dono, come unesperienza sempre nuova e bella, come fonte di affetti spontanei e di disponibilit alla condivisione. Solo cos lamicizia un tesoro.


E-mail:              Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it