Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home
Info
Autori
Biografie
Periodici
Cerca
Video
Link
Archivio
Lettere
Estinti
Gestionale
Articolo meno letto:
LIBRI RICEVUTI
Autore:Vincenzo Squillacioti     Data: 30/04/2021  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/08/2021 - Anno: 27 - Numero: 2 - Pagina: 38 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

INDIGNAMOCI ANCORA (Sì, ma… cui prodest?)

Letture: 216               AUTORE: (Altri articoli dell'autore)        

L’Italia diventerà finalmente moderna, e potrà finalmente venire considerata alla pari delle più
civili nazioni del pianeta, se… facciamo, finalmente, le non poche e non leggere riforme che ci
vengono “imposte” dal Governo europeo, per la cui attuazione ci verranno dati (non regalati)
oltre duecento miliardi di euro, a rate. A tale scopo una grande idea, un grande passo, un grande
gesto: il migliore dei governi possibili! Che ce la farà! Finalmente! Direte voi, amici lettori. Ed
è l’auspicio di tutti gli Italiani, compresi gli innumerevoli scettici. Ma chi ridarà mai, ai milioni
di Italiani della strada, che ogni giorno vedono calpestata impunemente la loro dignità dal potere
economico, finanziario, politico, delinquenziale…? Forse nessuno mai! Perché pochi si accorgono
di quanto succede alle loro spalle e a loro insaputa. Pochi se ne curano. Pochi se ne preoccupano.
Pochi hanno interesse a metterci mano.
Tra i tanti casi che si potrebbero elencare, vogliamo riproporne uno solo, che investe -da chissà
quando!- quasi tutte le famiglie italiane, non tutte benestanti, noncuranti del continuo scippo, che
arricchisce sempre più i ricchi, in barba al popolo, che non sa, non vede, non può.
Chi possiede una casa che non abita, e che pertanto rimane chiusa per lunghi periodi l’anno
(penso, ad esempio, alle persone iscritte all’AIRE), e che, non frequentandola, non consuma in
quella casa energia elettrica, ogni bimestre si vede arrivare dall’ente prescelto per la fornitura una
fattura con su scritto: CONSUMI: kw 0,00 – DA PAGARE: € 45,00. Strano, vero!? Si deve
pagare, e a caro prezzo, ciò che non si consuma! Ma in che mondo viviamo?!
Ebbene, abbiamo scoperto come si procede per calcolare -ope legis- l’importo di una fattura, e
vogliamo avere il piacere di parteciparlo ai nostri lettori, ovviamente facendo estrema sintesi per
non annoiare. Abbiamo richiesto al nostro gestore una recente fattura “integrale” per leggervi ogni
dettaglio, ma non la riportiamo perché sarebbe non facile e pesante: la sintetizziamo in qualche
modo. Con la sola anticipazione che in fase di contratto è stato concordato un costo di € 0,07 (7
centesimi) per ogni kw, andiamo subito a pagina 4 dove troviamo il paragrafo “Dettagli della
spesa” e vi leggiamo:
- Consumi: Kw 755
- Spese per l’energia:.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . € 87,40
(che sarebbero: €0,07 x kw 757 = € 52,99 + € 34,41 di quote fisse e altro sempre taciuto)
- Spese trasporto energia e gestione contatore.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . € 20,77
- Spese per oneri di sistema.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . € 31,63
- Totale.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . € 139,80
- Totale imposte e IVA. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . € 32,88
- Totale da pagare.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . € 172,68
Brevemente. Ecco i costi di UN kw di energia elettrica:
- pubblicizzato.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . € 0.0700
- sotto il nome di spesa per l’energia.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . € 0,1154
- con l’aggiunta di spese varie generalmente taciute. . . . . . . . . . . . . € 0,1846
- comprese imposta e IVA.. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . € 0,2281
In sostanza ho pagato l’energia ad un costo triplicalo rispetto a quello pubblicizzato per
convincermi a firmare il contratto. E non basta! Diciamo, ancor più brevemente, di alcuni “sconti”
sbandierati per accalappiare il cliente:
- il 5% della componente energia (cioè € 0.0045 per ogni kw);
- un millesimo in meno ogni 7 mesi sul costo del kw…….
Si può essere più spudorati di così?!
Ovviamente, l’importo totale di tali fatture è tanto più inversamente proporzionale quanto più
diminuisce il consumo dell’energia, sino ad un paradosso -non raro, ma molto comune- citato al
rigo 17 di questo articolo dove si legge che un consumo di ZERO kw costa quarantacinque euro
(conserviamo documenti!). E non si venga a cianciare che l’energia costa anche quando non si
consuma. È vero! Ma chi lo sostiene allo scopo di ribattere quanto evidenziato in questa pagina è
chiaramente in malafede! Se ne renderebbe conto chiunque, anche una persona meno dotata!
E chiudo. Con un’amara e poco delicata riflessione. In considerazione dell’innegabilità che
comportamenti simili a quello descritto, annosi, continui, costanti, sono di casa in Italia a migliaia,
io mi domando “dove sono i ‘Capi’ -di ogni ordine e grado, e magari ben pagati allo scopo- che
hanno la volontà, la capacità e il coraggio di mettere mano a questo endemico micro-macro
sfasciume italico?!”.


E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it