Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995



Home
Info
Autori
Biografie
Periodici
Cerca
Video
Link
Archivio
Lettere
Estinti
Gestionale
Articolo meno letto:
U MERCÀNTI
Autore:Vincenzo Squillacioti     Data: 30/04/2021  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 30/04/2008 - Anno: 14 - Numero: 1 - Pagina: 21 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

LA COSTITUZIONE

Letture: 770               AUTORE: Piero Calamandrei (Altri articoli dell'autore)        

Ricorrendo il 60 anniversario dellentrata in vigore della nostra Costituzione, riteniamo doveroso dare il nostro contributo alla ineludibile riflessione sui problemi connessi alla nostra libert e alla nostra democrazia ancora molto incompleta. Anche in previsione della manifestazione che si sta organizzando per il 2 giugno, festa della Repubblica, in Badolato. Niente di meglio allo scopo, secondo noi, che offrire allattenzione dei lettori la seguente bella pagina di Piero Calamandrei.

DISCORSO AGLI STUDENTI MILANESI (1955)

La Costituzione non una macchina che una volta messa in moto va avanti da s. La Costituzione un pezzo di carta, la lascio cadere e non si muove: perch si muova bisogna ogni giorno rimetterci dentro il combustibile; bisogna rimetterci dentro limpegno, lo spirito, la volont di mantenere queste promesse, la propria responsabilit. Per questo una delle offese che si fanno alla Costituzione lindifferenza alla politica. `E9 un po una malattia dei giovani lidifferentismo. La politica una brutta cosa. Che me nimporta della politica?. Quando sento fare questo discorso, mi viene sempre in mente quella vecchia storiellina che qualcheduno di voi conoscer: di quei due emigranti, due contadini che traversano loceano su un piroscafo traballante. Uno di questi contadini dormiva nella stiva e laltro stava sul ponte e saccorgeva che cera una gran burrasca con delle onde altissime, che il piroscafo oscillava. E allora questo contadino impaurito domanda ad un marinaio: Ma siamo in pericolo?. E questo dice: Se continua questo mare tra mezzora il bastimento affonda.. Allora lui corre nella stiva a svegliare il compagno. Dice: Beppe, Beppe, Beppe, se continua questo mare il bastimento affonda.. Quello dice: Che me ne importa? Unn mica mio!. Questo lindifferentismo alla politica.
`E9 cos bello, cos comodo! `E9 vero? La libert c, si vive in regime di libert....... Per la libert come laria. Ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare, quando si sente quel senso di asfissia che gli uomini della mia generazione hanno sentito per ventanni e che io auguro a voi giovani di non sentire mai. E vi auguro di non trovarvi mai a sentire questo senso di angoscia....... ricordandovi ogni giorno che sulla libert bisogna vigilare, vigilare dando il proprio contributo alla vita politica.......
Ora io ho poco altro da dirvi. In questa Costituzione c dentro tutta la nostra storia, tutto il nostro passato, tutti i nostri dolori, le nostre sciagure, le nostre gioie. Sono tutti sfociati qui in questi articoli; e, a sapere intendere, dietro questi articoli ci si sentono delle voci lontane...
E quando io leggo nellart. 2: ladempimento dei doveri inderogabili di solidariet politica, economica, sociale; o quando leggo nellart. 11: LItalia ripudia le guerre come strumento di offesa alla libert degli altri popoli, la patria italiana in mezzo alle altre patrie... ma questo Mazzini! Questa la voce di Mazzini!
O quando io leggo nellart. 8: Tutte le confessioni religiose sono ugualmente libere davanti alla legge, ma questo Cavour!
O quando io leggo nellart. 5: La Repubblica una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali, ma questo Cattaneo!
O quando nellart. 52 io leggo a proposito delle forze armate: lordinamento delle forze armate si informa allo spirito democratico della Repubblica, esercito di popoli, ma questo Garibaldi!
E quando leggo nellart. 27: Non ammessa la pena di morte, ma questo Beccaria! Grandi voci lontane, grandi nomi lontani...
Ma ci sono anche umili nomi, voci recenti! Quanto sangue, quanto dolore per arrivare a questa Costituzione! Dietro ogni articolo di questa Costituzione, o giovani, voi dovete vedere giovani come voi caduti combattendo, fucilati, impiccati, torturati, morti di fame nei campi di concentramento, morti in Russia, morti in Africa, morti per le strade di Milano, per le strade di Firenze, che hanno dato la vita perch libert e giustizia potessero essere scritte su questa carta. Quindi, quando vi ho detto che questa una carta morta, no, non una carta morta, un testamento, un testamento di centomila morti. Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque morto un italiano per riscattare la libert e la dignit, andate l o giovani, col pensiero, perch l nata la nostra Costituzione.
Piero Calamandrei (1889-1956)


E-mail:              Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it