Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home
Info
Autori
Biografie
Periodici
Cerca
Video
Link
Archivio
Lettere
Estinti
Gestionale
Articolo meno letto:
LIBRI RICEVUTI
Autore:Vincenzo Squillacioti     Data: 30/04/2021  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/12/2019 - Anno: 25 - Numero: 3 - Pagina: 53 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

L’INFINITO (*)

Letture: 286               AUTORE: (Altri articoli dell'autore)        

L’INFINITO (*)
di Giacomo Leopardi
(Traduzione in dialetto di Badolato (CZ))
Ni piàzza sempa assai
’stu timpùni sulàgnu
e ’sta sipàla
ch’on ni fàcia u vìju
duva ’a terra si ncuntra
cu hṛu celu.
Ma si nn’assèttu e gguardu
ni para ca vìju arrèd’ ’e ihṛa
nu largu ch’on finìscia mai
e nni para ca sentu nu silènziu
chi nnuhṛu mai potta sentìra
e ppaci nsini fini
e ’u cora quasi s’appagùra.
E ccom’ arrìcchj’ ‘u ventu
chi mmova ’e l’àrbari i frundi
eu chihṛu silenziu
cu hṛa guci d’o ventu ’u cumpruntu
e nni vena a mmenta
’u tempu eternu
e hṛu passatu oramai mortu
e hṛu presenti
ch’esta vivu e pparra.
Accussì
ammènzu ’sti cosi randa randa randa
s’annega ’u penseri meu
ed esta adùci
u ni spèrdu nte ’stu mara.
- Giacomo, perdonami -
Novembre 2019
Nicolina Carnuccio
(*) L’originale in lingua italiana si può leggere
alla prima pagina del periodico.


E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it