Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995



Home
Info
Autori
Biografie
Periodici
Cerca
Video
Link
Archivio
Lettere
Estinti
Gestionale
Articolo meno letto:
DIAMO I NUMERI
Autore:     Data: 30/04/2019  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/03/2007 - Anno: 13 - Numero: 1 - Pagina: 26 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

LAIA

Letture: 1129               AUTORE: Nicolina Carnuccio (Altri articoli dell'autore)        

Mia madre raccontava che quando lei era bambina non erano ancora arrivate le trebbie sullaia. Le donne andavano nei campi dove il grano mietuto era raccolto in covoni e delicatamente, per non perdere chicchi, sollevavano i fasci di spighe e ne riempivano grandi lenzuoli. Li annodavano agli angoli e se li aiutavano in testa e camminavano a lungo nei viottoli, col peso che quasi impediva la vista.
Finalmente arrivavano allaia (le aie a quei tempi si facevano con creta bagnata a lungo battuta). Versavano a terra le spighe e le disponevano a ruota e due paia di buoi passavano e ripassavano sopra. I chicchi lasciavano le spighe ma poi si doveva levare la pula. Le donne si affidavano al vento che portava lontana la paglia lasciando il grano pulito. Capitava per che per lintera giornata il vento non si facesse sentire. Allora aspettavano, passando la notte sullaia, che il vento tornasse. Anni dopo arrivarono le trebbie, le donne non fecero pi tanta fatica, ma continuarono a portare coi lenzuoli le spighe sullaia.



E-mail:              Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it