Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


Home
Info
Autori
Biografie
Periodici
Cerca
Video
Link
Archivio
Lettere
Estinti
Gestionale
Articolo meno letto:
NON C’È PIÙ IL TUO PAESE
Autore:     Data: 30/12/2020  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 30/04/2021 - Anno: 27 - Numero: 1 - Pagina: 30 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

OMAGGIO A GERHARD ROHLFS A 30 ANNI DALLA MORTE

Letture: 285               AUTORE: Andrea Frezza Nicoletta (Altri articoli dell'autore)        

(Un caro amico giornalista, che da lungo tempo collabora per la realizzazione del nostro periodico,
ci ha partecipato questo interessante articolo pubblicato in provincia di Reggio Calabria nel 2016.
Sicuri di non errare nel partecipare anche noi ai nostri lettori la commemorazione di Maropati,
trascriviamo l’articolo integralmente, anche a significare che non siamo i soli nel costante ricordo de
il più Calabrese tra i figli di Germania)
OMAGGIO A GERHARD ROHLFS
A 30 ANNI DALLA MORTE
Corre l’obbligo, nel trentesimo anniversario della dipartita, ricordare la figura del glottologo e
filologo Gerhard Rohlfs (Berlino 1892 - Tubinga 1986), specialista di glottologia romanza, di lingua e
di dialettologia italiana, francese e spagnola, e autore di numerosissime pubblicazioni.
Profondo conoscitore e indagatore della situazione dialettale italiana, a lui si deve la sintesi
di grammatica storica della lingua italiana e dei dialetti italoromanzi a tutt’oggi più vasta e valida
(Historische Grammatik der italienischen Sprache und ihre Mundarten, 3 voll., 1949-54; trad. 1966-69)
Ordinario di filologia romanza nelle Università tedesche di Tubinga (1926) e di Monaco di Baviera
(1938); dal 1930 condirettore dell’Archiv für das Studium der neueren Sprache; socio straniero della
Crusca (1956) e dei Lincei (1972).
È nel campo dei dialetti italiani meridionali (romanzi e non) che si sono appuntate le ricerche di
Rohlfs, dando origine a un’amplissima messe di studi e opere complessive; si ricordano le grandi
raccolte del Vocabolario dei dialetti salentini (Terra d’Otranto) (3 voll., 1956-61) e del Nuovo dizionario
dialettale della Calabria (con repertorio italo-calabro) (1977), nuova ed., interamente rielaborata,
ampliata e aggiornata, dei tre volumi del Dizionario dialettale delle Tre Calabrie (1933-39), cui nel
1966-67 si erano aggiunti i due volumi del Vocabolario supplementare dei dialetti delle Tre Calabrie; e
ancora i ricchissimi repertori di toponomastica e antroponimia italiana meridionale: per la Calabria, il
Dizionario toponomastico e onomastico della Calabria. Prontuario filologico-geografico della Calabria
(1974) e il Dizionario dei cognomi e soprannomi in Calabria: repertorio storico e filologico (1979); per
la Lucania, il Dizionario storico dei cognomi in Lucania.
Repertorio onomastico e filologico (1985); per la Sicilia, i volumi del Dizionario storico dei cognomi
della Sicilia orientale.
Repertorio storico e filologico (1984) e dei Soprannomi siciliani (1984). Notevoli, inoltre,
i suoi studi sui dialetti greci dell’Italia meridionale, fra cui spiccano la Historische Grammatik der
unteritalienischen Gräzität (1950; interamente rielaborata e aggiornata in trad. it., 1977), il Lexicon
Graecanicum Italiae Inferioris. Etymologisches Wörterbuch der unteritalienischen Gräzität (1964, ed.
completamente rielaborata e ampliata di un lavoro già pubblicato nel 1930), e la raccolta di saggi Neue
Beiträge zur Kenntnis der unteritalienischen Gräzität (1962; trad. it. aggiornata, Nuovi scavi linguistici
nell’antica Magna Grecia, 1972).
Tra le altre importanti raccolte dei suoi numerosi studi di dialettologia italiana e romanza si devono
ricordare: An der Quellen der romanischen Sprachen (1952); Studi e ricerche su lingua e dialetti d’Italia
(1972; 2a ed. 1990); Calabria e Salento. Saggi di storia linguistica (1980); Von Rom zur Romania.
Aspekte und Probleme romanischer Sprachgeschichte (1984) e Studi linguistici sulla Lucania e sul
Cilento (post., 1988).
Ebbe la laurea Ad Honorem delle Università di Atene (1937), Palermo (1963), Torino (1964), Lecce
(1973) e Cosenza (1973). Premio Forte dei Marmi (1964) e Ibico reggino (1965).
Amò la nostra Calabria ed i suoi abitanti che ebbe modo di conoscere ed apprezzare fin dal 1921,
quando iniziò il suo lavoro di “ricerca sul campo” visitando nel corso dei decenni oltre 350 comuni.
Sembra ancora di vederlo, con il suo tavolino portatile, intervistare contadini e pastori, maestri di scuola
e artigiani, segretari di comuni, medici e farmacisti per registrare vocaboli ed espressioni tipici del
lessico calabrese che considerava uno dei più completi, storicamente più interessanti e linguisticamente
meglio elaborati che si possano contare per l’Italia dialettale.
Contemporaneamente, nel girovagare per le contrade calabresi, non mancò di registrare attraverso la
fotografia la condizione sociale delle popolazioni dell’epoca, tramandandoci un grande patrimonio visivo.
L’affetto dei Calabresi verso il grande studioso tedesco, era dallo stesso ricambiato, come dimostra
la seguente dedica che Rohlfs fece in premessa al monumentale Dizionario Dialettale:
«A voi / fieri calabresi / che accoglieste ospitali me straniero / nelle ricerche e indagini /
infaticabilmente cooperando / alla raccolta di questi materiali / dedico questo libro / che chiude nelle
pagine / il tesoro di vita / del vostro nobile linguaggio».
Oggi, a distanza di trent’anni dalla dipartita, lo ricordiamo con affetto e gratitudine auspicando che, per
come merita, la figura di questo Gigante della Cultura venga valorizzata e divulgata, a partire dalle scuole.
Andrea Frezza Nicoletta
L’ALBA DELLA PIANA
A CURA DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE «L’ALBA»
Viale Pietro Nenni, 13 - 89020 Maropati (RC) - 3348615084 - redazione@lalbadellapiana.it
Febbraio 2016 - Pagina 2


E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it