Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995



Home
Info
Autori
Biografie
Periodici
Cerca
Video
Link
Archivio
Lettere
Estinti
Gestionale
Articolo meno letto:
DIAMO I NUMERI
Autore:     Data: 30/04/2019  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/12/2016 - Anno: 22 - Numero: 3 - Pagina: 47 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

PAESE MIO

Letture: 1049               AUTORE: Enzo Macr� (Altri articoli dell'autore)        

A ridosso di un castello secolare, tra gli ulivi, le ginestre e odor di mare: Paese mio sì bello, senza eguali! Roccella ti chiamaron gli antenati per la rocca sull’altura che protesse le tue mura. Indi pure “Jonica” ti vollero nomare per l’abbraccio della terra con il mare. Al tuo confronto cedono i rivali… Paese mio sì bello, senza eguali! Semplici e senza assai pretese son tutti i tuoi abitanti, anche se non pochi seppero farsi avanti! Poi quando infuria l’onda del Grecale che gli uomini di pesca fa tremare, ciascun raggiunge il mare per offrire la sua opra solidale… Paese mio sì bello, senza eguali! Mi tornan sempre in mente i tuoi rioni, le belle “rughe”, i “gaffi” e le viuzze, dove un tempo tra il calore umano scorrea felice, se pur piena di stenti, la vita delle genti. Il Borgo, San Giuseppe e Picatari, la Dogana, Sant’Antonio e le Palmare, Zirgone e Largo Pietre, Abate Ilario dov’io tant’anni fa ebbi i natali… Paese mio sì bello, senza eguali! Oggi non sei più come una volta: non vedi più nelle tue vie il carro con i buoi, le bimbette che giocano “a commare”, le donne col corpetto e col grembiale, o la bombola con l’acqua al davanzale. Ne’ sull’alto della torre medievale odi il canto di cornacchie e di cicale! Paese mio sì bello, senza eguali! Tutto è ormai cambiato, tutto è più moderno: il porto con le navi, la pista con le bici, computer in ogni casa ed auto assai veloci. Capisco , amore mio, che il mondo cresce, e… più non s’usa ornar le bimbe con le trecce, mentre le donne s’addobban con le “mesce”. Ma tu sei sempre tale: Paese mio sì bello, senza eguali! Enzo Macrì (Siamo lieti di poter offrire ai nostri lettori questo esaltante omaggio dell’amico Enzo Macrì alla sua terra natale, Roccella Ionica, che noi consideriamo la più ridente serena e civile cittadina di questa nostra costa calabrese, da Reggio a Catanzaro Lido. E lo ringraziamo per la sua vicinanza culturale e amicale. - Ndd)


E-mail:              Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it