Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995

In inglese


HomeInfoAutoriBiografiePeriodiciCercaVideoLinkArchivioAltro spazioEstintiGestionale
Articolo meno letto:
UN' IMPORTANTE CONSEGNA
Autore:Vincenzo Squillacioti     Data: 30/04/2008  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.ricordando.net

Comune di Badolato, servizio per la ricerca e visione dei testi conservati nella biblioteca comunale di Badolato.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/12/2013 - Anno: 19 - Numero: 3 - Pagina: 18 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

UNA POSSIBILE PRESENZA TEMPLARE TRA SANTA CATERINA E BADOLATO

Letture: 392               AUTORE: Giuseppe Pisano (Altri articoli dell'autore)        

Esistono alcuni indizi, certamente da approfondire, che fanno pensare ad una presenza
degli ordini cavallereschi nella zona tra Santa Caterina dello Ionio e Badolato.
Il centro caterisano presenta diverse affinità con il probabile sito templare di Montauro.
Infatti, se è vero che San Pantaleone è il Patrono del borgo montaurese (con la chiesa Madre
dedicata al Santo di Nicomedia) è anche vero che in tutto il comprensorio soveratese solo
Santa Caterina possiede una chiesa (parrocchiale) dedicata a San Pantaleone. Inoltre vi è da
aggiungere che anche Montauro ebbe una chiesa dedicata a Santa Caterina d’Alessandria
(Santa orientale molto venerata dai cavalieri templari) e che la sua immagine è tuttora presente
nella chiesa Matrice in un affresco racchiuso in una cornice ovale. Ma vi è di più. Nelle
chiese dei due paesi del soveratese sono presenti, esattamente come nella misteriosissima
chiesa templare francese di Rennes le Chateau, le
scritte “Terribilis locus iste” (Questo luogo è terribile).
A Santa Caterina dello Ionio tale scritta la
troviamo esattamente nella chiesa omonima, risalente
al XII secolo, che fu costruita (con annesso
l’edificio dell’Ospedale per i pellegrini - altro
indizio di una presenza templare -) sul punto in
cui apparve la Santa ai saraceni, per scacciarli via
dal paese. A Montauro invece la scritta
“Terribilis...” è presente sul portale della chiesa
di San Pantaleone. Infine, nella chiesa caterisana
dell’Annunziata si possono notare alcuni simboli
tra cui una croce ottagona (Croce di Malta) e il
fiore non ti scordar di me (emblema massonico).
Davvero sorprendente invece è la presenza su
una parete della chiesa di Santa Caterina d’Egitto
del borgo di Badolato (un tempo fortificato e di
fondazione normanna), su un antico affresco rinvenuto
di recente: una croce patente a cerchio
tipica dei cavalieri templari.

UNA POSSIBILE PRESENZA TEMPLARE TRA SANTA CATERINA E BADOLATO - Giuseppe Pisano

E-mail: info@laradice.it             Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it