Associazione culturale “La Radice”
Registrazione Tribunale di Catanzaro n° 38 del 12.04.1995



Home
Info
Autori
Biografie
Periodici
Cerca
Video
Link
Archivio
Lettere
Estinti
Gestionale
Articolo meno letto:
SOMMARIO
Autore:     Data: 30/04/2019  
WebCam su badolato borgo

Inserisci email per essere aggio Inserisci email per essere aggiornato


 LINK Culturali su Badolato:

Storia di Badolato a partire dai 50 anni della parrocchia Santi Angeli custodi di Badolato Marina, i giovani di ieri si raccontano.
www.laradice.it/bibliotecabadolato

Archivio di foto di interesse artistico culturale e storico - chiunque può partecipare inviando foto, descrizione e dati dell'autore
www.laradice.it/archiviofoto

Per ricordare chi ci ha preceduto e fà parte della  nostra storia
www.laradice.it/estinti


ACCETTIAMO:
  • MATERIALE da pubblicare o da conservare;
  • NOTIZIE storiche e d'altro genere;
  • INDIRIZZI di Badolatesi che ancora non ricevono il giornale;
  • FOTOGRAFIE di qualche interesse;
  • SUGGERIMENTI, che terremo presenti;
  • CONTRIBUTI in denaro.

Visite:
Pagine richieste:
Utenti collegati:
dal 01/05/2004

Locations of visitors to this page

Data: 31/08/2015 - Anno: 21 - Numero: 2 - Pagina: 25 - INDIETRO - INDICE - AVANTI

LA LETTURA CIBO PER NOI

Letture: 132               AUTORE: Mimma Piroso (Altri articoli dell'autore)        

L’hanno saputo esprimere e spiegare bene i bambini della scuola primaria di Badolato in
una significativa manifestazione che si è svolta l’otto giugno 2015 nella sala della loro scuola.
In seno all’iniziativa “IL MAGGIO DEI LIBRI” cui ha aderito tutto l’Istituto “Tommaso
Campanella” di Badolato Marina e Santa Caterina Ionio, i bambini di alcune classi della
scuola primaria di Badolato, per tutto il mese, sono stati coinvolti a ricercare, trascrivere,
scegliere, leggere ad alta voce, pensieri, riguardanti i libri e la lettura. Hanno saputo scovare
e portare in classe centinaia di citazioni e massime di autori famosi contemporanei e del
passato.
È stato suggestivo vivere un momento di condivisione di queste loro piccole importanti
scoperte e constatare con quale disinvoltura e consapevolezza hanno saputo interpretare i
messaggi gestendo le due ore da principali protagonisti. Uno alla volta, davanti a coetanei
ed adulti hanno dato voce a pensieri di Rodari, Eco, Leopardi, Pavese, Salviati, Terzani…
facendo emergere quanto sia fondamentale leggere ad ogni età, in ogni tempo, al di fuori degli
spazi preposti ed istituzionali... leggere… leggere è stato sempre e deve continuare ad essere
un bisogno essenziale per la crescita della persona così come il nutrirsi.
“IL MAGGIO DEI LIBRI”, iniziativa promossa dal Centro per il Libro e la Lettura,
nell’ultima fase dell’anno scolastico, e già “LIBRIAMOCI” nel mese di ottobre, sono state
due iniziative che hanno animato l’evolversi del progetto biblioteca “L’amico di nome
libro”. Questo percorso fatto seguire agli alunni durante tutto l’anno scolastico, curando
anche le attività di prestito della biblioteca d’Istituto, è stato arricchito dalla collaborazione
dell’Associazione Culturale “La Radice”, invitata in ambedue le manifestazioni, nell’intento
di coinvolgere nell’offerta formativa persone ed autori che, in quanto più prossimi al territorio
di appartenenza, ce ne facciano scoprire e rivalutare l’entità culturale, valido humus per la
costruzione e la tutela dell’identità personale e sociale.
Ci corre l’obbligo, in questo contesto, di partecipare ai lettori de “La Radice” la bravura
di 21 piccoli allievi che, in quest’ultimo biennio, in classe IV e V hanno saputo portare avanti
il lavoro intitolato “Racconto la mia storia”. È un progetto curricolare legato a “La Radice”
in quanto ha avuto come contenuti proprio alcuni racconti pubblicati nello stesso periodico e
poi raccolti nel testo “E uno, e due, e tre... racconti dal Sud” di Vincenzo Squillacioti. Oltre
alla lettura in classe, alla comprensione e all’analisi del testo, i bambini si sono impegnati a
compiere interviste ai nonni, ricerche legate agli usi e costumi del passato, intervista all’autore
dei racconti, visita guidata alla sede dell’associazione culturale, passeggiata culturale a
Badolato borgo sui luoghi dei racconti e nelle botteghe artigiane.
È stata una soddisfazione vedere gli alunni all’opera e constatare la serietà e la curiosità
mentre scoprivano il significato, il confronto, il valore caratteristico di tanti aspetti e di tanti
personaggi del passato che quasi sembra ricomincino a rivivere e a rianimarsi, negli occhi
affascinati dei bambini.
Alla fine del percorso biennale, e proprio all’interno della stessa manifestazione dell’8
giugno, questi 21 alunni di classe quinta sono stati premiati dal Presidente Mario Ruggero
Gallelli, un premio insolito, un premio per far risaltare, riconoscendolo, il serio ed utile
lavoro che i piccoli hanno saputo svolgere. Chiamandoli per nome, il professore Gallelli ha
consegnato ad ognuno una tessera che simboleggia l’iscrizione, quali giovani soci onorari,
all’Associazione Culturale “La Radice”.

È stata una grande bella sorpresa... tutti con un palmo di naso... qualcuno prontamente, subito
dopo la consegna della tessera, ha chiesto: “Ma adesso posso lavorare per “La Radice...?”
La risposta dev’essere stata piuttosto chiara e ben accolta perché, già nella stessa serata, qualche
genitore si è sentito dire: “Papà ho trovato lavoro...! Non sarò pagato ma stai tranquillo, è
un bel lavoro!!!”


E-mail:              Webmaster: www.giuseppecaporale.it               Segnalazione errori

Testi e materiale Copyright©
Associazione culturale La Radice
  www.laradice.it

Sviluppo e design Copyright©
Giuseppe Caporale
 www.giuseppecaporale.it

Tecnologie e software Copyright©
SISTEMIC di Giuseppe Caporale
 www.sistemic.it

Advertising e link support
by www.Golink.it

Golink www.Golink.it